Ciao, come va?

Abbiamo da poco iniziato il nuovo anno e siamo già alle prese con novità per le nostre aziende, alcune più facili e alcune più difficili.

Una nuova difficoltà che molte aziende italiane incontreranno è la fatturazione elettronica.

So già i pensieri che girano all’interno della tua mente appena ho pronunciato le parole fatturazione elettronica, ma ho passato alcune delle mie ore serali alla ricerca di informazioni sull’argomento e volevo condividere con te quello che ho trovato a riguardo.

Spiegandolo come sempre in maniera molto semplice, anche perché non è il mio campo specifico ma tante aziende in Italia saranno al centro di questa bufera, anche se io fortunatamente ne sono fuori…

La fatturazione elettronica è obbligatoria dall’inizio di quest’anno, e più precisamente dal 1° gennaio 2019, per tutte le aziende italiane per adattarsi alla nuova direttiva europea. Apparte qualche piccolo fortunato che è per ora esentato.

Già in queste prime righe ti staranno girando in mente mille domande, come a me all’inizio sinceramente, quindi piano piano andiamo a scoprire un paio di cose sulla fatturazione elettronica.

 

Quindi direi di partire da quella che secondo me è la prima domanda… cioè cos’è la fatturazione elettronica?

emissione fatturaSu internet troverete davvero mille definizioni diverse se vi mettete a cercare con accuratezza, tra cui una è la seguente: “La fatturazione elettronica è un sistema digitale di emissione, trasmissione e conservazione delle fatture che permette di abbandonare per sempre il supporto cartaceo e tutti i relativi costi di stampa spedizione e conservazione.”

Che in sintesi significa che attraverso un programma che può essere scaricato o comprato, si possono realizzare le fatture nello stesso modo in cui eravamo abituati con il supporto cartaceo ma con alcune facilitazioni.

Ad esempio non dovrai più conservare i cartacei da qualche parte nel tuo ufficio per 10 anni, ma lo farà autonomamente il programma, così eviterai di andare sempre nei meandri del tuo archivio; ti permette senza dover continuamente controllare i nuovi regolamenti di essere al passo con tutte le altre aziende europee.

Ancora più in sintesi a te basta inserire i dati per l’emissione della fattura e il resto lo fa tutto il programma per la loro elaborazione, la loro conservazione e inoltre dai la possibilità al tuo commercialista di prenderle in carico senza aver bisogno ogni anno di andare a consegnarle.

 

vantaggiQuesto secondo me è uno dei grandi vantaggi, in quanto ti permette di risparmiare del tempo che puoi dedicare a far crescere la tua azienda. Un altro vantaggio che secondo me è importante per le aziende è che non ci potranno essere più smarrimenti, quindi alla fine “niente più scuse”.

Ovviamente se inizi a cercare su internet troverai altri mille vantaggi che ti vengono segnalati utilizzando la fatturazione elettronica, come ad esempio minori costi di stampa e ottimizzazione dei costi, riduzione degli errori di pagamento, incremento della competitività e molto altro ancora.

Insomma per tutti sembra la grande rivoluzione nell’ambito delle fatture, ma ovviamente non tutti sono d’accordo, anche perché per emettere questo tipo di fatture bisogna avere una minima conoscenza del mondo digitale e dei suoi strumenti.

Ed è proprio per questo che dal mio punto di vista è stato un po’ un insuccesso renderlo subito obbligatorio per tutti in quanto ci sono aziende presenti in Italia, magari già da alcuni anni, ad esempio nel settore artigiano che non sono molto pratici con i computer e tutto il mondo digitale. Basti pensare a quante aziende e piccole realtà non sono ancora presenti nel mercato online, anche solo con una semplice pagina social.

 

Ma perché è obbligatoria la fatturazione online?

emoji domandaVi spiego un po’ la storia… All’inizio era stata predisposta la fatturazione elettronica per le pubbliche amministrazioni, quindi tutte le persone che dovevano comunicare con esse erano obbligate ad utilizzarla, successivamente lo stato italiano ha deciso di utilizzarla anche per lo scambio di fatture tra privati e tra aziende.

Tutto questo per diminuire l’evasione fiscale e semplificarne l’emissione come detto prima.

Adesso fermati… so già che ti starai arrabbiando moltissimo per le righe sopra… fai un bel respiro e vieni a scoprire se anche tu rientri nelle aziende che non sono ancora obbligate ad utilizzare la fatturazione elettronica.

Come ti avevo già anticipato all’inizio dell’articolo ci sono alcune categorie di attività che sono esenti dall’emissione di fatturazione elettronica, anche se è meglio adottarla per parlare con i propri fornitori perché loro potrebbero richiederti il codice per emettere le loro fatture.

Sono esentati dalla fatturazione elettronica tutti gli operatori sanitari, tutte le associazioni che hanno scelto il regime forfettario o che non hanno guadagnato nel 2018 più di 65.000 euro, per tutti i produttori agricoli e per tutte le aziende che sono in regime di vantaggio o in regime forfettario.

Quindi se rientri in una di queste categorie puoi continuare ad emettere fatture cartacee.

 

Se invece non rientri ti vengono messi a disposizione diversi strumenti gratuiti, che per mio punto di vista è sempre meglio chiedere al tuo commercialista quale utilizzare, che ti permettono di realizzare le fatture elettroniche, che in linguaggio tecnico vengono create in un formato XML, che puoi trovare anche sul sito della agenzia delle entrate.

 

Per concludere questo articolo voglio dirti la mia opinione… Dal mio punto di vista è stata una scelta molto ardua dare l’obbligo a quasi tutte le aziende di avere la fattura elettronica, in quanto come detto prima possono esserci aziende che non sono pratici del mercato online.

Però se fai parte delle aziende che non sono obbligate ad utilizzarla, come me, ti consiglierei già di iniziare a prendere dimestichezza con la fattura elettronica anche perché, come ti ho spiegato nell’articolo, i tuoi fornitori posso avere bisogno del codice per emetterti le fatture e se hai bisogno di realizzare fatture per la pubblica amministrazione sei obbligato ad utilizzarla.

Questo è ciò che ho captato dai vari siti internet che parlano dell’argomento. Sono curioso però di sapere anche la tua opinione sulla fatturazione elettronica, quindi ti aspetto nei commenti.

 

Un abbraccio – Andrea