ricerche locali sui motori di ricercaLe ricerche locali sui motori di ricerca (“Local Search”, si intende una qualsiasi ricerca del tipo: “attività + luogo”, “ristorante + nome città”, “negozio + vicino a me”), si inseriscono nel viaggio dell’utente nella fase di acquisto, che si sta spostando sempre di più, con la diffusione di smartphone e tablet, nelle aziende o negozi vicini al cliente o alla zona in cui si trova. Nella fase decisionale l’utente è molto vicino alla conversione, sta per compiere la decisione di acquistare, perché ha già ricercato e indagato in merito a ciò di cui ha bisogno ed è pronto ad agire. La ricerca da smartphone converte quindi, non solo online, ma anche nei negozi fisici. Secondo fonti Google il 76% delle persone che ricercano attività locali, entro le 24 ore successive visitano i negozi fisici individuati nelle loro ricerche.

Come appaiono i risultati locali?

I risultati delle nostre ricerche vengono organizzati in mappe e schede. Google propone i risultati locali già nelle prime posizioni, organizzandoli in Box, schede che riassumono le informazioni più importanti di un’attività locale e che possono essere gestite dalla pagina Google My Business. Se più attività nelle vicinanze corrispondono ai nostri criteri di ricerca, i risultati vengono raggruppati in un local pack.

Nella versione mobile, cioè ricercando tramite dispositivi smartphone o tablet, la ricerca permette di filtrare i risultati secondo diversi criteri: vicinanza, orario di apertura, punteggio nelle recensioni. Quindi anche farvi lasciare un buon recensione è un buon modo per aumentare la propria visibilità online e far aumentare la possibilità di trovarvi nei motori di ricerca.

 

Come possiamo allora ottimizzare il nostro sito e la nostra presenza online, per essere intercettati dal pubblico giusto, che già ci sta cercando?

Il crescente afflusso di risultati ‘locali’, sta portando ad un sostanziale cambiamento dell’anatomia della pagina che ci restituisce i risultati sui motori di ricerca. Le persone cercano risposte esatte, utilizzando a volte domande precise e dettagliate, hanno bisogno di trovare dati precisi, in tempi limitati: indicazioni stradali, orari di apertura, articoli interessanti, fatti e news.

Rimangono tuttavia alcuni capisaldi importanti a sostegno delle attività di ottimizzazione per il “ranking local”: SEO tradizionale delle pagine del proprio sito web, attività di ottimizzazione di tutti i campi della scheda Google My Business, citazioni della nostra attività, recensioni e commenti sui servizi e prodotti proposti

 

“OTTIMIZZIAMO IL NOSTRO SITO E LA PRESENZA ONLINE PER ESSERE INTERCETTATI DAL PUBBLICO GIUSTO.”

 

Volete arrivare nelle prime posizioni nelle ricerche locali dei motori di ricerca? Ecco alcuni consigli

I criteri scelti da Google per presentare i risultati locali si basano sui 3 fattori: pertinenza, distanza ed evidenza.

 

  • Arricchire le pagine del sito web con informazioni dettagliate e precise, come ad esempio: numero di telefono, indirizzo fisico, email devono essere riportate in maniera uguale ovunque.
  • Ridisegnare il proprio sito, adattando struttura e design ai dispositivi mobile, per una maggiore fruibilità anche da smartphone e tablet: valutate una versione responsive o mobile.
  • Inserire tutte le informazioni richieste per la propria scheda Google My Business: Nome, Categoria, indirizzo fisico della sede dell’attività, numero di telefono attivo, sito web aziendale, orari di apertura al pubblico.
  • Dare valore alle recensioni. La reputazione è un fattore rilevante sia per gli algoritmi che per l’utente. Prestate particolare attenzione a cosa dicono gli utenti di voi, all’esperienza che possono testimoniare di avere vissuto quando sono entrati in contatto con i vostri servizi. Google analizza sia recensione sui propri servizi come Google My Business sia su piattaforme esterne come la pagina di Facebook.
  • Quest’ultimo è un aiuto per aumentare la velocità di essere presenti nelle prime posizione, ma è un modo a pagamento. Sviluppare una campagna di annunci geolocalizzati ad esempio utilizzando Google AdWords oppure con le campagne geolocalizzate di Facebook su pagine e post, che invitano l’utente a contattarlo con una telefonata, un messaggio o passando direttamente in negozio. La possibilità di sviluppare annunci customizzati in base alla posizione fisica dell’utente è un vantaggio importante, per catturare l’attenzione di un pubblico davvero interessato all’acquisto.