Hai mai pensato di fare personal branding?

 

Immagino che ti starai chiedendo “Cos’è il personal branding?”.

Te lo spiego in maniera molto semplice: il personal branding è creare una tua identità digitale e cercare di promuoverla nel miglior modo possibile, in quanto molte aziende valutano i possibili candidati attraverso i loro social network.

logo linkedin

Uno dei più importanti social per creare la tua identità digitale è LinkedIn, il social network dei professionisti, che ha lo scopo di far incontrare professionisti di tutto il mondo e sviluppare rapporti lavorativi.

Per farti capire l’importanza di questa piattaforma basti pensare che da quando è stato creato ha circa 10 milioni di iscritti, che si collegano ogni giorno per controllare messaggi e annunci di lavoro, o per tenersi informati su nuove tendenze sul loro settore. Inoltre sono presenti 140 mila aziende che pubblicano circa 10000 offerte di lavoro.

Realizzare un profilo LinkedIn sembra semplice, in molti pensano alla trasposizione del proprio curriculum vitae, ma in realtà se vuoi realizzarlo in modo ottimale devi cercare una strategia che ti permetta di intercettare le aziende e le persone influenzi nel tuo settore.

 

Come iniziare il tuo personal branding su LinkedIn?

pianificazione parole chiave

Innanzitutto vorrei dirti che come tutti gli altri social network ti permette di creare il tuo profilo personale tramite un’iscrizione gratuita.

Però prima di iniziare a crearlo ti consiglierei di capire bene quali sono i tuoi obiettivi e cosa vuoi ottenere da LinkedIn, inoltre avere già in mente quelle che sono le tue competenze e punti di forza da sfruttare all’interno della piattaforma.

Inoltre ancora prima di partire di consiglio di avere in mente con chi vuoi parlare, sempre pensando ai tuoi obiettivi, perché se vuoi ottenere un colloquio con un’azienda scriverai in modo diverso rispetto a cercare collaborazioni o altro.

Infine pensa alle parole chiave che ti identificano le tue abilità nel settore come professionista, perché saranno quelle che verranno ricercate sui motori di ricerca e faranno comparire il tuo profilo.

 

Dopo tutto questa pianificazione, passiamo alla vera e propria realizzazione del profilo LinkedIn.

 

Ora ti regalerò alcuni consigli molto utili per realizzarlo, incrementarlo e migliorarlo.

url-lunghezza-638x359

Una delle prime modifiche da fare, subito dopo l’iscrizione, che spesso viene ignorata è la personalizzazione della URL di LinkedIn, cioè l’indirizzo web del tuo profilo.

Di base LinkedIn genera URL complicatissime, composte da numeri e lettere, se invece lo personalizzi sarà più facile da ricordare e da scrivere su curriculum ed altri social, per fare questo ti basterà entrare nella sezione ‘modifica profilo’ ed inserire il tuo nome e cognome nel campo specifico.

immagine profilo

 

Il passo successivo, come in tutti gli altri social è la foto del profilo, che per questo social in particolare dovrebbe essere professionale e seria e non cercata tra i vari selfie già fatti. Preparala come si deve in quanto sarà il tuo biglietto da visita per chi ti ricerca. Anche l’immagine dello sfondo è bene sceglierla accuratamente per trasmettere coerenza con te stesso e anche di maggior cura del tuo profilo.

Secondo le statistiche rilevate dallo stesso LinkedIn i profili con immagini del profilo e dello sfondo ad hoc vengono visualizzate 14 volte di più rispetto agli altri.

 

Proseguendo ancora nella creazione del profilo hai la possibilità di inserire una biografia, dove racchiudi in poche parole quelle che sono le tue capacità, per far capire quale vantaggio saresti come acquisto per l’azienda.

Quindi in quelle poche righe cerca di generare curiosità nel lettore e cerca di evitare le classiche parole utilizzate ormai da tutti come “motivato” o “entusiasta” perché devi cercare di differenziarti dalla massa, perché altrimenti sarai semplicemente uno tra tanti.

job education

Il passo successivo sono le esperienze lavorative e l’istruzione, in questo caso non pensarlo come un semplice curriculum vitae perché tutto quello che inserirai può essere affiancato da referenze, presentazioni e tutto quello che puoi aggiungere per mostrare ancora di più la tua professionalità.

Più sarai dettagliato e più possibilità avrai di essere contattato. infatti secondo la LinkedIn Job Search Guide del 2016, i profili con un curriculum vitae dettagliato, vengono consultati 21 volte di più rispetto a profili meno completi.

skills

L’ultimo step importante è indicare le proprie competenze, in questo modo possiamo subito far capire in quali campi eccelliamo e dove potremmo apportare un contributo di valore. Le competenze non devi inventarle, inserisci solo le competenze in cui eccelli, inoltre evita quelle generiche e inserisci solo quelle per la nicchia dove vuoi farti notare.

 

Dopo aver completato il tuo profilo LinkedIn, attraverso l’attivazione di notifiche che riceverai direttamente al tuo indirizzo di posta, verifica quante persone hanno visitato il tuo profilo, hanno commentato o condiviso aggiornamenti. In questo modo riuscirai a capire se il tuo profilo ha bisogno o meno di modifiche e dove apportarle.

 

Questo articolo non è indirizzato alle aziende, ma a tutte quelle persone che vogliono fare di se stesse il proprio brand.

 

Se ti è piaciuto l’articolo e vuoi ulteriori informazioni non esitare a contattarci, che ti aiuteremo a rendere la tua presenza online sempre più perfetta.

Se hai altri suggerimenti da aggiungere a quelli di cui abbiamo parlato non esitare a lasciare un commento a questo post, che poi noi lo aggiungeremo a questo articolo.

 

Your Name (required)

Your Email (required)

Subject

Your Message