Mi piace iniziare questo post con questa frase di Herbster: “Il più grande spreco nel mondo è la differenza tra ciò che siamo e ciò che potremmo diventare“.

 

Poter fare, ma restare lì fermi ad immaginare quel che sarà, non ci porterà mai da nessuna parte.

Oggi cercheremo di capire perché tu imprenditore hai paura del digital.

 

L’imprenditore che deve affrontare un processo di digitalizzazione ha tre paure:

 

innovazione

1) L’innovazione può stravolgere le procedure che finora sono state impiegate in tutte le fasi del ciclo produttivo e se queste procedure hanno permesso all’imprenditore di portare a casa risultati positivi, lui difficilmente sarà propenso a cambiarle.

Come si suol dire: “Squadra che vince, non si cambia!”.

L’imprenditore vede il digital come un costo, una spesa inutile, non lo vede come un investimento che può aumentare i suoi guadagni in futuro.

 

2) Poi ha timore che un’eccessiva innovazione in azienda possa creare confusione tra i suoi dipendenti, non tutti sono pronti, quindi si dovrebbero organizzare corsi di formazione appositi per insegnare loro a maneggiare tutti gli strumenti che si utilizzano nel digital.

 

3) Una paura forte è la sicurezza in azienda. Dati dei clienti, dei fornitori, conti correnti… prima venivano gestiti con supporti cartacei, oggi li gestiscono con soluzioni in locale, ma in un domani molto vicino dovranno esclusivamente fare ricorso al cloud.

C   L   O   U   D ? Eh sì, “cloud”! Per te il digital è come una nuvola nera che si abbatterà sulla tua azienda, una tempesta in cui nessun ombrello può ripararti, un’onda che ti toglierà quasi il respiro…

Non ti sto dicendo che sei un fifone, anzi ti faccio i miei complimenti per l’approccio iper prudenziale con cui hai gestito fino ad oggi la tua azienda.

 

Ma ora hai bisogno anche tu di aprire i cancelli della tua azienda al digital, è ora che entri aria nuova.

E allora come puoi iniziare ad ossigenare la tua azienda? Ecco 3 piccoli tip che potrebbero darti una grossa mano!

 

attivi1) Comincia con il contattare un web designer per creare un sito web per la tua azienda.

Pensi che sia inutile averlo? Dici che basta essere su pagine bianche? Oppure che sono i clienti a dover bussare alla tua porta e non tu ad informarli della tua presenza sul territorio?

Mi dispiace, ma ora ti devo rimproverare! Oggi non avere un sito web è come non essere schedati all’anagrafe. E’ come essere inesistenti!

Dopo tutti i sacrifici fatti per mandare avanti fino ad oggi la tua azienda nonostante la forte crisi finanziaria del 2008, dopo tutte le notti passate a lavorare anziché a dormire serenamente nel tuo letto per salvarla dalla crisi vuoi limitare la sua visibilità al territorio dove si trova fisicamente?

Faresti un grandissimo errore perché non gli permetteresti di giocarsi delle opportunità che le permetterebbero di fare la svolta.

Quella svolta che tu hai sempre sognato che ora è vicina a te… La devi soltanto afferrare!

Parti con un sito web ed esci dal territorio locale, entra in un nuovo mercato, quello online e conquista nuovi clienti.

E’ difficile agganciare nuovi clienti? No, non lo è, se i tuoi prodotti meritano di essere comprati.

 

2) Altro consiglio: “Non limitarti a creare un sito vetrina”. Il tuo sito non deve semplicemente dire al mercato online che la tua azienda esiste, ma deve raccontare la sua storia.

Parti da quel giorno in cui hai avuto l’idea di creare qualcosa, parla delle difficoltà con cui ti sei scontrato e di come le hai messe k.o., illustra poi i tuoi successi e come li hai raggiunti.

Ma non parlare soltanto delle cose belle, menziona anche quelle che ti hanno messo in ginocchio, ti renderanno agli occhi dei tuoi lettori forte, credibile, autorevole, “uno che non molla mai”.

 

pro e contro social network

3) I motori di ricerca (ad es. Google) non sono l’unica fonte di traffico che puoi intercettare, oggi il mercato del digital è molto attivo sui social.

E tu non puoi assolutamente farti sfuggire quest’occasione e allora che aspetti? Perché non inizi con facebook, creando una pagina aziendale ed un gruppo facebook di supporto.

Una piccola community online oltre che essere uno strumento per prestare assistenza, permette ai clienti di interagire tra di loro, di confrontarsi, di sentirsi parte del tuo progetto aziendale e di condividere i valori che tu hai sempre difeso.

Sì, hai capito bene, come se foste una grande famiglia!

Se non hai più paura del digital, ce la facciamo una chiacchierata al telefono?

 

Il tuo nome (obbligatorio)

La tua mail (obbligatorio)

Il tuo numero di telefono (obbligatorio)

La tua azienda