Ciao, come stai?

In questo articolo vorrei parlarti di qualcosa di speciale, una mia passione che è nata qualche anno fa e che da allora porto avanti costantemente quando non mi occupo di Digital Marketing, cioè nei weekend.

E per cercare di farti capire subito di cosa voglio parlarti, anche se forse l’avrai capito dal titolo, ti lascio una citazione:

Un’immagine vale più di mille parole

Lo so… è una delle citazioni più banali ma è la prima che ti viene in mente quando parli di fotografia.

Ebbene sì, oggi si parla di fotografia per “festeggiare” la sua giornata mondiale che sarà il 18 agosto.

 

Per questa occasione voglio regalarti qualcosa di davvero speciale.

Ho invitato a parlarti di fotografia Riccardo Pedica, persona che stimo, che ci parlerà di fotografia e di tutto il mondo digitale che gli fa da contorno.

Ciao Riccardo, benvenuto sul mio sito web e grazie fin da subito per la tua disponibilità ad essere intervistato.

Ti lascio subito la parola, così tutti i miei lettori conosceranno te e il mondo della fotografia.

 

Vuoi presentarti e raccontarci di cosa ti occupi?

Ciao sono Riccardo Pedica, di giorno lavoro come ingegnere, di notte mi trasformo e gioco a fare il supereroe. Sono il creatore del progetto Impara la Fotografia, che include Podcast, video ed una community di più di 700 persone per imparare la fotografia in modo facile veloce e divertente

Riccardo Pedica fotografiaCom’è nata la sua passione per la fotografia?

Mentre mia madre aveva le contrazioni, mio padre era in camera oscura a sviluppare negativi, Sono cresciuto tra le macchine fotografiche ed ho iniziato seguendo la mia famiglia nelle uscite domenicali. Crescendo ho sviluppato un forte interesse per la comunicazione digitale e web, per poi riiniziare solo a 25 anni a fotografare quando ho comprato la reflex digitale con il mio primo stipendio.

In che modo hai appreso la tecnica fotografica?

Ho imparato rubando con gli occhi quello che faceva mio padre ed i suoi amici, ma mi sto rendendo conto che imparo continuamente ogni giorno, ogni volta che provo una cosa nuova c’è un dettaglio che scopro o che non avevo sufficientemente considerato.

Per te cosa dovrebbe trasmettere una fotografia?

Le fotografie devono trasmettere emozioni, la bellezza di un paesaggio, la potenza di un evento oppure l’armonia delle geometrie.

Spesso uno scatto fotografico riesce a descrivere una situazione meglio di molte parole. Che cosa è necessario per poter cogliere l’attimo giusto?

Istinto, tecnica e consapevolezza. L’istinto per sapere riconoscere l’attimo, la tecnica per sapere come catturarlo e la consapevolezza di entrambi per sfruttare il tutto al meglio.

 Viaggio del fotografo 1

Fino adesso abbiamo parlato di fotografia in senso stretto, ma vorrei approfondire con te un po’ anche la comunicazione nel mondo digitale. Quanto è diventata importante la Comunicazione Digitale per il settore fotografico?

La comunicazione digitale ha aperto un mondo, tutti possono condividere le proprie foto con una quantità infinita di persone, questo provoca una democratizzazione della fotografia che limita i professionisti ma amplifica le possibilità’ di tutti gli altri.

Grazie ad internet ho fotografato in Corea del Sud con uno dei più famosi fotografi di paesaggio semplicemente inviandogli un messaggio privato, ho ascoltatori in Brasile e negli emirati Arabi, una cosa impensabile 20 anni fa.

Quali sono i Social Network che sono più efficaci nella tua comunicazione o più in generale per il mondo della fotografia?

Uso Facebook per seguire la community, Instagram per comunicare velocemente e Pinterest per prendere ispirazione sui luoghi e sulle idee.

Instagram penso sia il più fotografico ma anche che una buona fotografia debba essere vista con più attenzione che scorrendo su uno schermo tra altre migliaia.

Guardando ancora più in profondità nei social network e alle loro possibilità. Ho visto che hai creato un gruppo su Facebook, vuoi svelarci qualcosa? Quanto sono importanti?

Il gruppo Facebook “Impara la fotografia” è il mio orgoglio, dopo avere ricevuto l’ennesima critica maleducata in uno dei più famosi gruppi fotografici su Facebook, ho deciso di aprirne uno dove la regola fosse: gentilezza e rispetto per chiunque si avvicini al mondo della fotografia.

Ad oggi Siamo in 700 e nessuno ha mai insultato o criticato non costruttivamente l’altro. Il gruppo Facebook è importante poiché invece di fare concorsi fotografici e invitare alla competizione mi piace dire che realizziamo percorsi fotografici e stimoliamo la collaborazione.

 

Visto che stiamo parlando del mondo digitale vorrei chiederti qualcosa sui siti web. Ho visto che tu ne hai creato uno dove offri anche corsi ed ebook. Prima di parlare dei tuoi corsi voglio chiederti quanto per te è importante al giorno d’oggi avere un sito web?

Il sito internet è cambiato rispetto ai primi tempi, ora è un punto di arrivo e non di partenza ma permette di concentrare tutte le informazioni in un unico luogo.

Credo che l’importante sia avere una buona community ed un contatto diretto con essa, il sito deve essere il luogo di incontro della community, dove trasmettere il messaggio principale.

Lo abbiamo anticipato prima, sul tuo sito offri anche dei corsi per chi vuole iniziare a fotografare. Vuoi parlarcene e spiegare anche perché seguire dei corsi è importante?

Il mio approccio è un po’ differente dai siti che fanno cose simili, non propongo corsi prettamente tecnici ma percorsi, aiuto i fotografi perlopiù principianti a superare tutti quei blocchi che gli impediscono di approfittare del proprio hobby in modo soddisfacente.

Attraverso nozioni di tecnica e di crescita personale li aiuto a scoprire la propria anima creativa ed esprimerla liberamente, per fotografare ed esserne soddisfatti il più possibile fin da subito.

Viaggio del fotografo copertina

Mettiamo da parte per un attimo il mondo digitale, ho visto che hai pubblicato anche un libro. Vuoi parlarcene un po’?

Il libro nasce da un lavoro molto più lungo, su me stesso. Dopo anni che fotografavo, mi sono trovato ad attraversare un momento nel quale la mia passione per la foto era completamente svanita e con essa la mia voglia di sorridere. Molto lentamente ho capito che le due cose erano legate e che se volevo tornare a stare bene avrei dovuto ritrovare la mia passione per la fotografia ma in modo completamente diverso.

Ho collezionato tutte le mie scoperte su un diario che poi ho trasformato nel libro “Il viaggio del Fotografo” un libro che guida il lettore alla scoperta della bellezza fuori e dentro di sé per finalmente approfittare della fotografia e delle occasioni legate ad essa al 100%

Il libro è diviso in 3 parti, la prima guida alla scoperta di sé stessi e cosa ci piace della fotografia la seconda nel riconoscere la bellezza delle cose che ci circondano, la terza da alcuni consigli tecnici per scattare al meglio. Un viaggio nel mondo della fotografia e della crescita personale che sicuramente cambierà il modo di vedere la fotografia.

 

Vuoi lasciare un ultimo consiglio alle persone che leggeranno questo articolo?

Buona giornata internazionale della fotografia, uscite a scattare perché fotografare ci permette di catturare la bellezza e mentre proviamo a catturarla con la nostra fotocamera un po’ riusciamo a catturarla anche con i nostri cuori.

 

Siamo arrivati alla fine di questa intervista, e volevo ringraziare ancora Riccardo per la sua disponibilità ad essere intervistato e per tutto quello che ci ha insegnato sulla fotografia e sul mondo digitale.

Se vuoi continuare a seguirlo oppure entrare nella sua community “Impara la fotografia”, qua sotto ti lascio tutti i link dove puoi trovarlo e seguirlo.

Io mi sono già iscritto al suo gruppo e spero lo farai anche tu.

Io ti aspetto nei commenti per sapere cosa pensi di questa intervista

Un abbraccio – Andrea

 

Sito web: www.imparalafotografia.com

Telegram   t.me/impalafoto

Instagram @imparalafotografia

PODCAST

Ascolta online su Spreaker

Ascolta su iTunes

Ascolta su Spotify

VIDEO

Guarda su YouTube