Hai mai pensato di utilizzare le newsletter sul tuo sito web?

Se non sai cosa siano precisamente te lo spiego in poche semplici parole…

Le newsletter sono delle e-mail con le quali puoi informare i tuoi clienti sugli argomenti più svariati, come ad esempio nuovi servizi oppure offerte speciali dedicate, che vengono inviate costantemente con una certa periodicità.

I visitatori sul tuo sito web possono accedere a questo servizio in cambio di una iscrizione, cioè lasciando i loro nominativi e la propria mail e accettando il trattamento dei dati personali.

Oltre ad informare i tuoi clienti o le persone che hanno dimostrato interesse verso la tua attività, le newsletter sono un modo molto efficace per mantenere le relazioni che hai instaurato con loro soprattutto sei andrai a personalizzarle in base alle loro esigenze.

relazioni con i clienti

Infatti è molto importante inviare la newsletter adeguata agli interessi altrimenti verrà subito cestinata dal cliente, quindi se una persona ha dimostrato interesse verso un tuo specifico prodotto o servizio, tu gli invierai solo quelle newsletter che trattano quel argomento.

Principalmente vengono quindi utilizzate per tre obiettivi principali:

  • Informazioni su prodotti o servizi verso i quali hanno dimostrato interesse.
  • Informarli sulle novità della tua azienda che possono essere di loro interesse.
  • Promozioni dedicate a cui possono accedere presso la tua sede.

Quindi prima di iniziare a realizzarle cerca di capire bene quale sia l’obiettivo che ti sei prefissato.

Dopo tutta questa spiegazione ti starai chiedendo ma come posso scrivere una buona newsletter?

Ecco alcuni semplici consigli che possono aiutarti a valorizzarla…

Il primo consiglio è inserire un oggetto breve e chiaro su quello che è il contenuto, cioè devi inserire l’aspetto più importante della comunicazione per introdurre al lettore quello che sarà il corpo del messaggio, in modo tale che anche le persone che leggeranno la tua e-mail dai dispositivi mobile possano capire subito di cosa si tratta.

Ad esempio:“Lezione 1: argomento lezione”

Oppure puoi formulare una domanda nell’oggetto per catturare l’interesse del lettore e spingerlo ad aprire la mail, come per esempio se inserisci promozioni con una scadenza limitata oppure mancano un numero di giorni alla fine della promozione.

In questo caso viene stimolata la parte emotiva della persona che è più propensa ad aprire la mail per non farsi scappare l’occasione.

Il secondo consiglio è quello di inserire sempre l’identità di chi invia la mail all’interno del corpo del messaggio, puoi decidere se inserirlo in un box alla fine della mail oppure come presentazione.

Il terzo consigli riguarda il corpo del messaggio, devi cercare di non esagerare con le parole ma di scrivere il giusto curando molto la leggibilità del testo e valutando anche con che tono vuoi parlare alla persona a cui invierai la mail.

Inoltre sempre per il corpo del messaggio l’utilizzo di immagini e call to action (esempio link) devono essere aggiunte solo se non ostacolano la lettura e se sono utili allo scopo.

Un buon utilizzo delle immagini è quello di rendere la lettura del testo più leggera, quindi utilizzarle per creare delle piccole pause all’interno del testo, oppure per supportare quello che il messaggio sta dicendo. Utilizzare sempre delle immagini che catturino l’attenzione del cliente.

Ad esempio se vuoi vendere una vacanza le immagini sono molto utili e non ostacolano il messaggio che vuoi portare ma enfatizzano quello che stai dicendo, facendo immaginare alla persona di essere già lì.

Per quanto riguarda le call to action devono essere concentrate sui benefici che portano e che facciano intuire il passo che si sta per compiere.

Ad esempio se vuoi fare in modo che la persona interessata scarichi una tua guida, l’utilizzo di una call to action è molto utile, ma non si bisogna limitarsi a un semplice “clicca il link” ma ad esempio “scarica la tua guida gratuita ora”.

Un ultimo consiglio è quello di non inviare la mail dalla tua posta elettronica personale o aziendale ma di utilizzare software che sono stati realizzati per inviare le newsletter.

 

Questi sono alcuni consigli che possono esserti utili. Se sei interessato a sviluppare una strategia di e-mail marketing adatta a te non esitare a contattarci che tramite una consulenza del tutto gratuita analizzeremo assieme la tua situazione e cercheremo di realizzare quello che fa per te.

Se vuoi rimanere sempre aggiornato sui nuovi articoli iscriviti alla nostra pagina Facebook.

Oltre a questo articolo, ti metto a disposizione gratuita il pdf del nostro articolo più letto sui pro e contro dei social network: scaricalo ora.